Il percorso partecipativo

Il dibattito ha lo scopo di presentare al pubblico il progetto di riapertura dei Navigli e di raccogliere suggerimenti e proposte che possano migliorarne gli aspetti ritenuti più critici.

 

Il dibattito è aperto a tutta la Città ed è organizzato affinché ogni cittadino possa ricevere una informazione completa sul progetto, chiedere ed ottenere chiarimenti da parte dei progettisti, indicare criticità e temi da approfondire ed infine proporre soluzioni migliorative.

Il dibattito si apre lunedì 11 giugno, con la presentazione e pubblicazione del progetto e termina nel mese di settembre, con la presentazione della relazione conclusiva del dibattito pubblico.

I cittadini possono prendere parte al dibattito in varie forme:

  • partecipando attivamente agli incontri pubblici che si svolgono nelle aree maggiormente interessate dagli interventi (vd. sezione “incontri pubblici”);
  • utilizzando il sito web del progetto, dove è possibile trovare le informazioni di dettaglio degli interventi e inviare richieste di chiarimento o pubblicare proposte e suggerimenti (vd. sezione “partecipa al dibattito”);
  • presentando suggerimenti e proposte che saranno caricate, con una medesima veste grafica, sul sito del progetto alla voce quaderno degli attori (si veda la sezione partecipa al dibattito);
  • infine, i cittadini potranno, anche attraverso le associazioni presenti sul territorio, organizzare e gestire incontri e momenti di discussione i cui risultati entreranno a far parte della documentazione prodotta dal dibattito pubblico (in questi casi si chiede agli organizzatori degli incontri di presentare un resoconto delle discussioni, che saranno caricate sul sito del progetto alla voce quaderni degli attori).

Al termine degli incontri, il coordinatore del dibattito pubblico redigerà una relazione in cui illustrerà l’andamento del dibattito mettendo in evidenza le posizioni emerse, i temi condivisi e quelli da approfondire, gli aspetti problematici e le proposte migliorative.

La relazione conclusiva sarà presentata e consegnata al Comune e ai suoi organi che dovranno, prima di avviare le successive fasi di progettazione, valutare le questioni emerse e indicare quali aspetti del progetto potranno essere modificati e quali proposte non è stato possibile accettare.